Prima gli assaggi di insetti all’Expo Milano 2015, poi (per ora solo in Finlandia) il pane con farina di grilli e infine gli orti verticali. Qualcosa sta cambiando nel nostro piatto, ed ha sempre più a che fare con tecnologia e innovazione.

La FoodChain

Che la blockchain stesse spopolando era sulla bocca di tutti, ma meno scontate sono state le sue applicazioni in campo alimentare. In particolare, la startup FoodChain punta al miglioramento della sicurezza alimentare e della trasparenza sui prodotti, tracciando l’intero storico di un singolo ortaggio, dal seme al momento della vendita, e mettendo a disposizione del consumatore tutte le informazioni, via mobile tramite QR code.

Già nel Dicembre 2017 la nota testata Bloomberg notava quanto la blockchain potesse essere utile per il settore food, specie nel taglio dei costi e nella prevenzione delle truffe.

Il progetto Mysushi

Condotto dall’Università Bicocca e dall’Università degli Studi dell’Insubria di Varese, ha l’obiettivo di migliorare gli attuali impianti di acquacoltura. Senza dimenticare la biologia di sintesi nel settore food: dall’esperienza di Ouzounov e Lorestani, che nel 2015 sono entrati nell’acceleratore biotecnologico IndieBio e hanno poi fondato la Geltor, hanno avuto origine startup innovative come Clara Foods e Perfect Day, che utilizzano lo stesso metodo per produrre albumi e proteine del latte senza partire da composti di origine animale.

Al ristorante

Benché i trend li vogliano sempre più local e a km 0, la nuova frontiera è quella dello studio di dati attraverso diverse piattaforme (anche quelle social): tutto questo consentirà un’offerta sempre più personalizzata e precisa dei gusti di ciascuno, velocizzando le ordinazioni. E se il cliente non va al ristorante, il ristorante va dal cliente, possibilmente con prodotti freschi e senza spendere un occhio grazie ai robot sperimentati dalla Robomart.

Altri articoli che potrebbero interessarti: Attualità, Business.

Lascia un Messaggio

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Puoi usare questi HTML tags e attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>